News

Olesen torna in campo dopo un anno di sospensione

Dopo quasi un anno di sospensione, Thorbjorn Olesen potrà tornare in campo a fine mese, alla ripresa dei tornei dell’European Tour.

Il 19 luglio del 2019 il 30enne danese (vincitore per un colpo su Francesco Molinari dell’Open d’Italia 2018 e componente della vittoriosa squadra europea di Ryder Cup a Parigi) venne arrestato a conclusione del volo Nahville-Londra.

Un comportamento molesto

Durante il viaggio, in evidente stato di ubriachezza, aveva molestato una passeggera addormentata e aveva poi urinato nel corridoio del jet. Il Tour aveva immediatamente adottato il provvedimento di sospensione fino al pronunciamento definitivo del tribunale inglese investito del caso.

Questo, nonostante il pentimento dimostrato da Olesen che, in una dichiarazione ufficiale, si era scusato per il suo comportamento inappropriato.

Tutto rinviato a dicembre

Ora però, a causa del Covid 19, l’udienza è slittata addirittura al dicembre 2021. Perciò il Tour Europeo ha deciso di riammettere in gara il giocatore, per poi adottare eventuali, nuove sanzioni al termine del dibattimento.

“A causa del significativo ritardo nel processo legale”, spiega una nota del Circuito, “lo European Tour ha convenuto di sollevare la sospensione di Olesen con effetto immediato”. Il Tour si riserva di rivalutare la sospensione alla fine del processo e, fino ad allora, non farà più commenti a riguardo.

Grato al Circuito

«Io e il mio team avevamo concordato di non partecipare agli eventi dell’European Tour fin tanto che le pendenze legali fossero state in corso», ha commentato il giocatore. «Adesso sono ovviamente molto grato all’European Tour che mi permette di continuare la mia carriera nonostante la dilatazione dei tempi del processo».