News

Marina Viotti, tra Scala e golf

Marina Viotti tra Scala e campi da golf

Marina Viotti, tra Scala e golf: avreste mai immaginato che dietro l’accattivante sorriso di una giovane e rampante mezzosoprano, già così affermata da aver esordito quest’anno alla Scala di Milano, potesse celarsi la grinta di una autentica “golf addicted”?

Probabilmente no; per questo, Marina Viotti, cantante lirica svizzera già consacrata sulla scena internazionale, ci racconta le sue due grandi passioni: la musica e il golf.

A testimoniare la sua bravura sul palcoscenico, le applaudite esibizioni alla Scala nel “Roméo et Juliette” di Gounod nell’inverno scorso, prima che tutti i teatri chiudessero i battenti per la pandemia.

La passione per il golf

A raccontare la passione per il golf, c’è l’intervista realizzata proprio all’interno del teatro milanese. Una passione vera, non di circostanza.

Marina, hcp 36 ma in caccia di un continuo miglioramento, ha rivelato che con altri colleghi cantanti lirici ha realizzato una chat golfistica in cui si scambiano notizie, risultati, consigli e impressioni ricavate nelle visite ai campi in giro per l’Italia e per il mondo, dove li porta la loro attività professionale.

«E credo»,

ha aggiunto nel corso dell’intervista che troverete in versione integrale sul primo numero di Golf Italia,

«che sia l’Opera lirica che il Golf debbano assolutamente riuscire a ringiovanire la loro immagine. Perché riescono entrambi ad affascinare spettatori e giocatori di tutte le età».

Marina Viotti