Lifestyle

Le nuove Nike “Wing It”

Gli appassionati di golf attendevano con impazienza l’inizio dello US Open 2020, ma coloro che macinano chilometri sui campi attendevano anche l’uscita delle nuove scarpe da golf Nike “Wing it”, ispirate all’omonimo major. I modelli sono ben cinque: super leggeri, performanti e che strizzano più di un occhio allo stile.

Nike Wing It collection

Il pacchetto di calzature “Wing It” è disponibile per tutti coloro che si registrano sul sito web come membri Nike a partire dal 14 settembre e per il pubblico a partire da giovedì 17 settembre.

Quattro delle cinque scarpe da golf US Open di Nike, in edizione limitata, presentano un motivo ripetuto di un piede con le ali ispirato alla sede principale del Winged Foot Golf Club a Mamaroneck, NY.

Caratteristica che accomuna i modelli è l’emblema ricamato in oro che richiama anche l’omonimo di Nike ispirato alla mitologica dea alata della vittoria. I nerd Nike, o chiunque abbia letto il libro Shoe Dog in onore del fondatore della famosa Azienda, ne apprezzerranno il richiamo.

I modelli

I quattro modelli – Nike Air Zoom Infinity Tour ($ 180), Roshe G Tour ($ 130), Air Max 97 G ($ 190) e Air Zoom Victory Tour ($ 200) – scendono per dare il via alla US Open. Ecco uno sguardo alle prime quattro: la quinta scarpa della collezione Nike US Open Winged Foot, la scarpa da golf Jordan V Low G ($ 220) sarà disponibile al pubblico il 18 settembre.

Vediamoli nel dettaglio.

Nike Zoom Infinity Tour

L’Air Zoom Infinity Tour è la scarpa da golf in cui Brooks Koepka ha avuto un ruolo importante nella progettazione. L’obiettivo era creare una scarpa da golf simile a una sneaker con una trazione a livello di tour. La scarpa ha una tomaia in maglia impermeabile bianca, il motivo Winged Foot nella parte centrale della scarpa e un tacco azzurro. Le strisce blu chiaro e blu scuro sulla parte inferiore della scarpa sono state ispirate dalla tenda da sole dell’ iconica Clubhouse del Winged Foot.

Le nuove Nike Wing it  - Winged foot clubhouse
The 18th hole of Winged Foot Golf Club East Course in Mamaroneck, N.Y. on Wednesday, June 10, 2015. (Copyright USGA/Russell Kirk)

Nike Roshe G

Uno dei modelli preferiti dai fan è il Roshe G. Qualche istante dopo l’uscita, sono infatti “volati” gli ordini di tutte le taglie sopra il 42. Se doveste trovare il vostro numero vi innamorerete del motivo Winged Foot, semplice ed elegante. La scarpa principalmente bianca è accentuata dallo “Swoosh”, l’iconico logo Nike, in tinta blu scuro e dal motivo a strisce della tenda da sole sulla fodera del calzino e sulla suola a spillo della scarpa.

Nike Air Max 97 G

Lo stile più nuovo del gruppo è certamente quello delle Air Max 97 G, ultra fashion-forward con una suola ammortizzata performante che permette un grande ritorno di energia ad ogni passo. I loghi delle scarpe dorate si trovano sotto l’iconico design a onde di Air Max, originariamente ispirato al movimento dei treni pendolari giapponesi. La parola “Wings” è stampata sul fondo di questa scarpa progettata per essere indossata sia in campo che fuori.

Nike Air Zoom Victory Tour

A completare il primo lancio di scarpe US Open di Nike c’è l’Air Zoom Victory Tour.

Cercate un look più raffinato?

Queste scarpe in pelle bianca presentano la grafica delle ali ripetute nella parte superiore della scarpa. Il sottopiede a righe aggiunge un tocco di personalità ed ammortizza il sottopiede. Come il resto della linea, questa scarpa di lusso ha anche la parola “ali” stampate sotto ogni suola.

Nike Jordan V Low

L’ultimo modello, forse il più peculiare da vedere sul campo da golf, completerà la serie da venerdì 18 settembre.

Le nuove Nike Wing it
Nike Jordan V Low G

Si tratta delle Jordan V Low che presentano un motivo blu reale e azzurro con l’iconica stampa Jordan a denti di squalo sulla suola. È l’unica scarpa del gruppo a non presentare l’emblema della scarpa alata d’oro, ma ha le strisce ispirate alla tenda da sole e l’usuale scritta sulla suola.

Che dire oltre?

Con tutti questi modelli non ci resta che scegliere il nostro preferito e volare (metaforicamente) a vedere il 120° U.S. Open al Winged Foot, domandandoci: chi bacerà questa volta la Vittoria Alata?

Golf Italia scarica la rivista banner