Circoli

Golf Brianza, una piacevole scoperta

Brianza sorpresa

A pochi chilometri da Milano e da Monza, e dunque facilmente raggiungibile, il Golf Brianza rappresenta per chi non lo conosce una piacevole scoperta. Già all’arrivo si ha la netta sensazione di un circolo moderno ed efficiente: il parcheggio, il caddie master, la segreteria, gli spogliatoi, la piazzetta, il bar-ristorante.

Poi si va in campo e le sensazioni iniziali trovano ulteriori conferme: 18 buche di alto livello, belle, tecniche e spettacolari, con una manutenzione invidiabile. Se la giornata lo consente, è impossibile resistere alla suggestione dello scenario: la Grigna e il Resegone sono lì, immobili e spettacolari; e se si guarda più in là, un po’ più lontano, ecco il Monte Rosa in tutta la sua imponente maestosità.

Il percorso è vario, alternando zone pianeggianti ad altre collinari, con quattro laghi che caratterizzano le buche più insidiose. Il fiore all’occhiello è rappresentato dai green. Non molto grandi, ma con pendenze difficili da leggere e velocissimi. Un ottimo banco di prova anche per professionisti di alto livello che vengono qui ad allenarsi. Uno su tutti, Matteo Manassero.

Circoli e circuito

Il Brianza è nato nel 1994 con l’apertura delle prime nove buche, diventate diciotto nel 1997. Al momento fa parte di una proprietà che comprende anche il Circolo di Camuzzago e che ha da poco acquisito anche Villa Paradiso, condizione che ora permette di creare un vero e proprio circuito.

Roberto Zappa, commissario tecnico della nazionale femminile e rinomato putter coach, crede fermamente nel valore della struttura: «Circolo e percorso sono di altissimo livello. La nostra missione è quella di valorizzarlo al massimo delle sue grandi possibilità». Con lui operano tre maestri PGA: Paola Quartana, Marco Cogliati e Francesco Gatti, affiancati da Alessandra Averna nel ruolo di performance coach.

Quattro proposte diverse

Attualmente i soci sono 430. Nella passata stagione sono state organizzate 140 gare che hanno visto all’opera 9000 partecipanti. Ora si intende dare ulteriore impulso all’attività agonistica, con l’aggiunta di una Pro-Am.

Quattro le proposte: la gara settimanale, per la mezza e bassa stagione; la classica del sabato e della domenica, per la media e alta stagione; l’evento per l’alta stagione e il circuito per la stagione intera. A ogni tipologia, corrisponde un livello di premi, con l’intrattenimento che varia dall’aperitivo, al buffet, alla musica dal vivo.

Si cerca l’aspetto conviviale

Tutto ciò perché il Brianza ha un obiettivo preciso: favorire l’aspetto conviviale, far sentire a proprio agio i propri ospiti e offrire agli sponsor tutti gli strumenti necessari per far arrivare i messaggi di cui sono portatori.

Iniziative speciali, anche a livello di quote di abbonamento, sono state programmate per le famiglie. Il presidente Nicola Colombo alza l’asticella: «Abbiamo programmato una grande stagione 2021 che vedrà la partecipazione in qualità di sponsor di aziende di grande spessore». La sfida è lanciata.