News

Federgolf: riattivate le regole pre-Covid

Federgolf ha ripristinato le regole pre-Covid. La Federazione ha infatti aggiornato il Protocollo dello scorso 22 maggio, con il quale disciplinava regole e raccomandazioni per il ritorno in campo in sicurezza.

Nel giorno in cui l’Italia sportiva festeggia il ritorno della Serie A, il golfista ritorna a una lenta normalità. Il nuovo Protocollo, in vigore dal 19 giugno, prevede che “Tutte le azioni che erano oggetto e/o destinatarie delle prescrizioni […] non presenti nell’odierna versione, devono considerarsi di nuovo eseguibili secondo le ordinarie regole del golf e di comportamento”.

Un ritorno pre-Covid

In pratica, in mancanza di un espresso divieto, si ritorna a comportamenti e regole pre-Covid. Nel dettaglio, il nuovo Protocollo non vieta più di non toccare l’asta; pertanto, la si può rimuovere prima di puttare. Nessun riferimento nemmeno ai dispositivi per raccogliere la pallina una volta imbucata, per cui torneremo ad affondare la mano nella tazza con più o meno soddisfazione a seconda dello score.

I bunker torneranno a essere dotati di rastrello, augurandoci di doverlo usare il meno possibile (e non per motivi sanitari). Sui cart si può nuovamente salire in due, con l’obbligo però di indossare la mascherina (a meno di non far parte dello stesso nucleo familiare).

Sanificare mani e palline

Accanto al ripristino di questi comportamenti, resta tuttora vincolante “la raccomandazione di disinfettarsi le mani frequentemente e comunque dopo essere entrati in contatto con qualsiasi oggetto trovato sul campo e/o nelle altre aree del Circolo”.

In altre parole, questo significa che resta confermato l’obbligo di “portare con sé e utilizzare il proprio disinfettante frequentemente e almeno una volta al termine di ogni buca”. E quindi si devono tuttora sanificare mani (anche il guanto) e palline su ogni tee di partenza e al termine del gioco. Inoltre, si devono evitare ancora i contatti e gli assembramenti.