News

Cinque italiane ad Augusta

Azzurre ad Augusta

Inizia a sentirsi il profumo del Masters, il primo atteso Major di stagione, grazie a cinque ragazze italiane partite alla volta di Augusta. L’antipasto, infatti, viene servito dal 31 marzo al 3 aprile, quando si giocherà la seconda edizione dell’Augusta National Women’s Amateur, dove l’Italgolf sarà rappresentata da cinque atlete, superando il precedente primato (4) del 2019 (nel 2020 il torneo fu cancellato per Covid).

Le ottantadue dilettanti in gara (in rappresentanza di 25 Paesi) giocheranno i primi due giri (31 marzo e 1 aprile) sul percorso del Champions Retreat Golf Club. Per le trenta che supereranno il taglio, appuntamento per il round conclusivo (si gioca su 54 buche) – dopo un giorno di pausa per la prova campo – all’Augusta National, il 3 aprile.

I colori azzurri sono difesi da Caterina Don, Benedetta Moresco, Alessia Nobilio, di nuovo protagoniste su un autorevolissimo palcoscenico, dopo l’esperienza allo US Women’s Open dello scorso anno. Insieme a loro, figurano Emilie Alba Paltrinieri e Anna Zanusso. Per Don (la migliore tra le azzurre due anni fa, quando si classificò dodicesima) e Nobilio sarà la seconda volta ad Augusta; mentre l’evento rappresenterà un’assoluta novità per Moresco, Paltrinieri e Zanusso, al debutto nella competizione.

Golf è donna

La presenza delle cinque azzurre rappresenta un vanto per la Federazione Italiana Golf, guidata da Franco Chimenti, e per tutto il settore tecnico federale. E testimonia il grande lavoro della FIG che ha sempre puntato sui suoi talenti anche nell’ambito del progetto “Golf è donna”, in vista della Ryder Cup 2023 di Roma, con l’obiettivo di valorizzare il movimento femminile.

Field di alto livello

Nel 2019 a iscrivere per prima il suo nome nell’Albo d’Oro del torneo fu la statunitense Jennifer Kupcho, oggi professionista. Il pronostico quest’anno appare quanto mai incerto visto la presenza nel field di atlete d’assoluto valore. Tra loro nove tra le prime dieci del World Amateur Golf Ranking, a partire dalla Numero 1, la statunitense Rose Zhang.

Passando, poi, per le svedesi Linn Grant (seconda), Ingrid Lindblad (quarta), Maja Stark (sesta) e Beatrice Wallin (decima) e la francese Pauline Roussin-Bouchard (terza). Fino ad arrivare alle taiwanesi Ho Yu An (quinta) e Yu-Chiang Hou (settima) e alla tedesca Paula Schulz-Hanssen (ottava).Tra le azzurre in gara, la Nobilio nel Ranking è 14a e precede nella graduatoria B. Moresco (17a), Don (45a), Paltrinieri (50a) e Zanusso (95a). Fonte: Federgolf.