Amateur

A Ferrero il Campionato internazionale U16

Michele Ferrero

Con una gara sempre al comando, Michele Ferrero (GC Torino) ha conquistato il Campionato internazionale U16. Il torneo si è giocato al GC Biella Le Betulle da domenica 29 a ieri, martedì 31 agosto, con il consueto gran finale di 36 buche.

La 14esima edizione del Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy aggiunge così al suo prestigioso Albo d’oro il sedicenne piemontese che fin dai primi tee shot del primo giorno ha dimostrato un particolare feeling con il percorso (290 il suo score finale, 70 70 74 76, -2).

Al secondo posto si è inserito lo svizzero Tissot Noa, autore di uno strepitoso 69 finale, che mitiga in parte il disastroso 80 del primo giro. È terra elvetica anche la terza piazza, conquistata da Marc Keller, come pure la quarta posizione, appannaggio di Alexander Brand

Il Campionato internazionale, che è ritornato dopo l’annullamento del 2020, malgrado le incertezze legate alla pandemia, ha fatto comunque registrare ottimi numeri con l’entry list composta da 128 nomi in rappresentanza 14 nazioni. Un segno inequivocabile dell’autorevolezza che questo torneo, valido per il World Amateur Golf Ranking, ha acquisito negli anni, costruendosi una solida tradizione di rivelatore di nuovi talenti.

La lista di chi è passato da questa gara per poi spiccare il volo nei Tour professionistici (come Matteo Manassero, Renato Paratore, Haydn Porteous, Thomas Pieters, Matthew Fitzpatrick, Brandon Stone, Paul Dunne, Thomas Detry, Guido Migliozzi, Zander Lombard, Kristoffer Reitan, Matthias Schwab e Marcus Kinhult) si allunga anno dopo anno.

Settimo sigillo azzurro…

Quella di Ferrero è la settima vittoria italiana nella manifestazione, dopo Corrado De Stefani (2009), Renato Paratore (2011), Guido Migliozzi (2012), Teodoro Soldati (2014), Riccardo Leo (2015) e Lucas Nicolas Fallotico (2018). Proprio a Teodoro è intitolata la manifestazione, dopo la sua tragica scomparsa nel luglio del 2015.

«È un’onore e uno stimolo vincere questa gara dedicata a Teodoro, che ci è sempre di grande esempio», ha confidato Michele Ferrero durante la premiazione a cui era presente tutta la famiglia Soldati.

«Sono felicissimo: è la mia prima vittoria importante, per di più giunta in un torneo internazionale. Oggi è stata una giornata veramente lunga: nel terzo giro non sono partito benissimo, ma poi ho recuperato. Nell’ultimo round, molto bene le prime 9; poi, ho iniziato a controllare un po’ troppo, finendo per perdere qualche colpo. Rispetto agli altri giorni sono stato molto più irregolare dal tee e con i colpi al green, ma il putt non mi ha mai abbandonato».

…e azzurro pure il Nations’

In palio, oltre al titolo individuale, c’era anche il Nations’ Trophy (con team composti da 2/3 giocatori), assegnato alla fine della seconda giornata tenendo conto dei migliori due score su tre di ogni giro.

L’Italia si è aggiudicata il titolo, con il team composto da Marco Florioli, Michele Ferrero e Giovanni Binaghi: con 288 colpi, i tre hanno superato la Svizzera di quattro lunghezze (292).

Un impegnativo banco di prova

«Siamo molto contenti di aver potuto ripristinare il torneo dopo l’annullamento del 2020», ha sottolineato Paola Buratti, presidente del Golf Club Biella.

«Il torneo si è conquistato negli anni uno spazio importante e sono tanti i giovani passati da qua e poi diventati famosi. È bello vedere queste promesse del golf messe alla prova dal nostro campo sempre splendido è impegnativo. Appuntamento a tutti al prossimo anno».

Sostenere i giovani

Partner dell’evento è Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali.

«Per Reply questo è stato il primo evento organizzato in Italia post Covid», ha spiegato Tatiana Rizzante, Amministratore Delegato di Reply. «Siamo partner di questa manifestazione da una decina di anni, un rapporto iniziato e proseguito con l’idea di investire e sostenere i giovani.

«Del golf ci piacciono i suoi valori e la dedizione che ci vuole, in sintonia con la nostra azienda: come la volontà, lo studio e la pratica. Il Golf Biella è un’eccellenza e il torneo è sempre stato organizzato in modo perfetto».

«Le tradizioni sono difficili da costruire ma hanno un grande valore e l’intenzione è di proseguire la partnership per i prossimi anni».

(1 Settembre 2021)